Ti sei mai domandato cosa veramente ti piace fare?

Cambiare lavoro a 40 anni, 50 e oltre, si tratta della fascia di età di coloro con cui entro più spesso in contatto.

Sono persone che si trovano in un momento di cambio della loro vita: qualcosa non va nel loro lavoro, si sentono disorientati, oppure hanno in mente un progetto di cambio di carriera ma non riescono a vederlo chiaramente.

Sono persone ormai in età matura e per esperienza sanno che fare tutto da soli è sbagliato e  che è fondamentale farsi aiutare.

Hanno fior di esperienze alle spalle, competenze di primo livello e magari anche un invidiabile situazione economica. Pero’ arrivati ad un certo momento, hanno chiaro e insopprimibile il bisogno di qualcosa di diverso.

C’e’ una spiegazione a tutto questo, arrivando alla maturita’ molti non trovano modo di sincronizzare gli obiettivi professionali con quelli personali e questo crea disagio, mi riprometto di scrivere qualcosa di piu’ su questo.

Il punto importante sta però altrove, molto prima. 

Perche’ dopo il diploma, l’universita’ o meglio ancora prima degli studi superiori sono solo pochissimi che cercano informazioni e chiarimenti sul loro futuro? Raramente sanno quale può essere il progetto di vita e di lavoro piu’ adatto a loro

E se lo sanno e’ troppo spesso perchè gli è stato calato dall’alto

Perche’ nessun giovanotto nel corso degli studi universitari si pone il problema di verificare in tempo reale e con attenzione se i suoi studi sono allineati con posizioni e talenti personali? A quell’eta’ le situazioni cambiano velocemente e radicalmente. Sarebbe importante fare delle verifiche periodiche, anche solo d’ufficio, servono sempre

Ad esempio: perche, come spesso mi capita di vedere, si seguono corsi di studi in relazioni internazionali scoprendo poi che la priorita’ personale è lavorare vicino a casa? Oppure perchè si arriva a laurearsi in ingegneria, realizzando alla che il chiodo fisso sono i diritti umani?

L’ esperienza mi dice che basterebbe molto poco per verificare che tutto torni e che gli obiettivi per il futuro siano allineati ai corsi di studio, perchè la passione e i talenti trovino poi uno sbocco naturale.

E invece no, avanti tutto d’un fiato sino alla fine, per accorgersi poi, quando inizi a guardarti intorno, che hai sbagliato strada. 

E allora?

Tutto da rifare?

Oppure ormai si va avanti cosi?

Uno dei grandi maestri dei nostri tempi ricorda che bisogna fare quello che piace, per il proprio bene e quello degli altri.

C’è sempre qualcuno che farà il resto 😉

Per questo è importante che i ragazzi si facciano le domande  giuste  trovando qualche risposta che possa essere utile. Prima è meglio è

E tu come la vedi?

2 thoughts on “Ti sei mai domandato cosa veramente ti piace fare?

  1. salve io sono un giovincello di 45 anni sposato e 2 bimbe e propio a fine anno chiuderemmo lattivita e io in particolare mi trovo in una fase della mia vita che vorrei rialzarmi alla grande e dare una svolta alla mia vita e aprire un attivita o trovare un lavoro che mi rende felice dalla mattina appena mi alzo,gratificante e soddisfacente economicamente ma ponendomi la domanda cosa mi piace veramente fare nella vita…ho un vuoto mentale….non so darmi una risposta e questa cosa mi sta rendendo parecchio chiurioso…Avete dei suggerimenti?
    grazie mille e cordiali saluti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *