Stanno avvenendo grandi cambiamenti sociali e molti altri ci aspettano.

Come spesso succede i fenomeni generalizzati partono dai singoli individui. Stiamo infatti tutti attraversando un periodo di fragilità emotiva personale, che in termini di conseguenze sociali può dare luogo ad uno stato collettivo di insoddisfazione, aggressività, depressione diffusa, rabbia repressa e paura. L’ultima cosa che ci vuole.

Nell’articolo “7 Habits Making You Emotionally Fragile” di Nick Wignall il tema della fragilità emotiva è trattato a fondo, manca però una soluzione, che secondo me è invece a portata di mano… Basta un pizzico di buona volontà…

Allora, cosa posso fare io per evitare che la mia salute fisica e mentale non si deteriori, danneggiando così anche l’ambiente in cui vivo?

Dal mio punto di vista ci sono pratiche in grado di capovolgere a nostro vantaggio una situazione così scivolosa.

Ne vediamo ad esempio tre?

  1. Poni particolare attenzione in questo periodo a praticare attività che producono benessere e che ti piacciono molto : sport, camminare, attività creative, volontariato e attività sociali, fare l’amore con il partner, fanno tutte benissimo. Dedicale a te stessa/o, possibilmente stando molto all’aria aperta. La tua energia personale migliorerà moltissimo, sino a capovolgere una situazione che sembrava compromessa. Pensa a come vorresti che avvenisse il cambiamento e realizzalo ora 
    Attenzione: la scusa ma io non ho tempo è l’ultima cosa che ti deve venire in mente, buttala subito nel cestino!

  2. Trova un gruppo di crescita personale (o un corso minimamente consistente) che ti piaccia e fanne un tuo punto di riferimento costante. Oltre ad essere la migliore palestra di vita interagire in modo costruttivo e profondo con un proprio gruppo ha un ineguagliabile effetto positivo: presto imparerai che è l’esperienza e l’interazione con gli altri che ti insegna le cose importanti nella vita. Una dinamica virtuosa di gruppo ti permette di vedere chiaramente e di scoprire moltissimo su di te, sugli altri e sul modo di costruire bellissime relazioni positive. Gli inevitabili conflitti che possono sorgere e di cui noi umani non sappiamo fare ameno, sono per tutti però una fantastica opportunità di crescita, un’occasione da non perdere. Una volta terminato il picco di crisi tutto si troverà ad un livello superiore e sarà ancora più facile e bello volersi bene. Qui trovi un test per capire meglio i tuoi valori nella vita e nel lavoro

  3. Nella sua lettera per la felicità Richard Branson scrive “Sii presente per gli altri e lascia che qualcuno si prenda cura di te”. Lascia perciò che qualcuno ti aiuti, non rifiutarlo perchè vuoi fare da solo, non ne hai bisogno e puoi risolvere da solo. Tutti indistintamente abbiamo bisogno di aiuto e il migliore tipo di aiuto viene proprio da qualcuno che è in grado di essere uno specchio per te, che senza giudizio o paternalismo ti metta in grado di vedere ciò che altrimenti, da solo, non potresti scoprire. Scegli perciò un/a mentore, maestro, una guida, donagli tutta la tua fiducia, ascoltalo con la massima attenzione e comprensione e poi trova qualcuno che abbia bisogno di te. 
    Tutti noi siamo complementari – in modi diversi – con qualcuno o qualcosa e trovare altre parti che combacino perfettamente con il nostro modo di essere significa comprendere cosa stiamo facendo in questa vita.

Viviamo un’epoca che va oltre la nostra comprensione, il meglio che possiamo fare è perciò prestare la massima attenzione a comprendere noi stessi !

Buone pratiche a tutti!


0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

“Strumenti che cambiano la vita”. Newsletter