Perchè dico grazie

Il Thanksgiving Day è una festa del ringraziamento tipicamente anglosassone.  Al di là di questa tradizione voglio soffermarmi su qualcosa che è fondamentale nella mia vita: la gratitudine

Per cosa io sento gratitudine?

La gratitudine è fonte di meditazione per me molto presente, è fondamentale per comprendere ciò che accade ogni giorno nella mia del tutto comune ma anche straordinaria vita.

Innanzitutto grazie per essermi svegliato questa mattina, ho aperto gli occhi dopo un buon sonno e ho iniziato una nuova giornata ricca come sempre di eventi e incontri belli e meno belli. Non è scontato e sono grato per questo.

Grazie per il giorno in cui sono nato da una madre che ho conosciuto e che mi ha accompagnato facendo del suo meglio per tutta la sua lunga vita

Grazie per essere nato sano e così essere rimasto sino ad oggi, un corpo integro è una gioia costante in tutti i momenti di tutti i giorni. Non c’è garanzia di questo.

Grazie per tutti coloro che incontro tutti i giorni: la famiglia, gli amici e anche i meno amici, sono la mia fonte di vita. A tutti un grata carezza

Grazie per la mia compagna di vita e per i miei due figli, preziosa presenza quotidiana e bussola del mio cammino

Grazie per il maestro che ogni giorno incontro sulla mia strada, chiunque esso sia, perchè attraverso la sua gioia, il suo dolore, la sua presenza, mi da comprensione e motivazione

Grazie per la ricchezza che questo mondo mi offre, la fame non ha fatto parte della mia vita e sono grato per questo

Grazie per la terra, il mare e il cielo che tutti i giorni ho la gioia di ammirare, sono bellissimi e molti viaggiano a lungo solo per vederli brevemente

Grazie per il privilegio di vivere con serenità e fare un lavoro che mi appassiona profondamente

Grazie per la comprensione di ciò che veramente conta: il momento presente. Ha un valore inestimabile e non c’è nessuna garanzia che ce ne sarà un altro.

Grazie per essere ancora qui con tutto questo

Per me non è poco e per te?

Quale altro “grazie” vuoi aggiungere?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *